PRIMO APPROCCIO


Fino da ragazzino sono stato affascinato dalle radio in particolar modo dalle ricetrasmittenti, mi ricordo che un Natale trovai sotto l'albero una coppia di walkie tokie. Quel giorno trascurai tutti gli altri regali sino a che le batterie non furono esaurite, stressai la mamma e il babbo sino a che andarono ad acquistare delle nuove batterie ad un bar, aperto anche per le festività Natalizie. Sulla seconda fornitura di batterie posso dire che cominciò la sperimentazione: obbligai mio padre ad uscire di casa ei io sul balcone lo invitavo ad allontanarsi sempre più; volevo capire sino a che distanza potevano funzionare quegli apparecchi. Poi i miei genitori si stufarono di parlare con me con quegli aggeggi come li chiamavano loro, fu così che un giorno provando a giocare da solo con quelle radioline sentii una voce, non era una voce a me conosciuta. Dopo qualche momento di esitazione provai a rivolgermi a quello sconosciuto, con mia somma meraviglia mi rispose; effettuai così il mio primo QSO.


LA 27


Negli anni 70 entrò in casa il mitico ALAN K 350 della CTE, aveva 33 canali ed una potenza di circa 4 W. Dopo aver chiesto le autorizzazioni ed installato sul tetto una GROUND PLANE ero operativo. Inizialmente tutto andava per il meglio, giravo i canali e quando sentivo un QSO facevo un BREK e aspettavo che mi passassero il MIKE parlavo ed una volta terminato l'intervento facevo girare la ruota. Era divertente. Il passo successivo fu quello di dotare la mia vettura di baracchino non appena ebbi conseguito la patente di guida. Poter comunicare via radio dalla macchina era veramente fantascientifico e questo era ancor più vero in quanto i cellulari erano ancora a divenite, fu così che potei conoscere tanti CB in verticale. Le voci che avevo sino ad allora ascoltato avevano finalmente un volto. Furono anni per me vissuti da pioniere anche se la tecnologia era ormai consolidata e fruibile da tutti, rimane comunque un bel ricordo.


LA DECADENZA DELLA 27


Col passare degli anni i CB aumentarono a dismisura, divenne una moda, finì così il divertimento. Molti probabilmente rimasti delusi dall'attività di CB cominciarono a mandare portanti sui QSO dando fastidio a chi utilizzava questo mezzo correttamente. In poco tempo la 27 diventò un giungla; anarchi completa, era diventato impossibile parlare a qualsiasi ora e su qualsiasi canale. L'apice credo si sia verificato a metà fra gli anni 70 ed 80, fu allora che tanti abbandonarono la frequenza io compreso lasciando così anche i disturbatori disoccupati. Tuttavia ad oggi posso dire che non sono riusciti a distruggerla in quanto stò rilevando attività radiantistica sempre più frequentemente. Buon segno!


DIVENTARE RADIOAMATORE


Dopo tanti anni di inattività come CB grazie anche alla compagnia di un amico abbiamo deciso di riavvicinarsi all'attività radiantistica, dovevamo però fare qualcosa di più non aveva senso riprendere dal baracchino. La scelta di diventare un radioamatore richiedeva impegno, si deve studiare e dare un esame Ministeriale, ci vuole impegno e costanza. Devo ringraziare l'ARI e l'impegno di IZ5EKU e I5XFD che si sono prodigati per mesi a titolo completamente gratuito gestendo il corso per aspiranti radioamatori al quale ho partecipato; con successo.